Iscriviti alla Mailing List per rimanere aggiornato su novitÓ e prossimi live.
Inserisci la tua e-mail:

Apeiron on MySpace Music
Apeiron on Facebook

Last Scream Records
Last Scream Records

 

L' "APEIRON"

"Tutti considerano l'infinito come principio [...] Tutto, infatti, o è un principio o deriva da un principio: ma dell'infinito non vi è principio, perchè altrimenti avrebbe un limite. Ed è anche ingenerato e incorruttibile, allo stesso modo di un principio, poichè ciò che è generato ha necessariamente anche una fine, ed ogni corruzione ha il suo termine [...] Esso sembra essere il principio di ogni altra cosa e comprendere in sè tutte le cose e a tutte le cose essere guida [...] Tale principio sembra essere il divino; ed è infatti immortale e imperituro"

Con queste parole Aristotele, nella sua opera Physis (libro III, 4, 203 b 4-15), fa riferimento alla teoria dell'apeiron introdotta dal filosofo greco Anassimandro di Mileto (VII-VI sec. a.C.). Il termine a-peiron letteralmente significa "privo di limiti", e Anassimandro lo introdusse nell'ambito della problematica del principio primo di tutte le cose. Questo principio infatti per il filosofo è l'infinito, ciò da cui gli esseri traggono la loro origine e dove si compie necessariamente anche la loro dissoluzione; questo principio è in-finito e in-definito, ma allo stesso tempo "abbraccia e circonda, governa e regge tutto" poichè, pur essendo illimitato, si de-limita e come delimitazione e determinazione di esso tutte le cose si generano da esso, consistono e sono in esso. Inoltre Anassimandro si pone la domanda riguardo al come e il perchè dal principio derivano tutte le cose, e perchè tutte si corrompono: la risposta è che la causa dell'origine delle cose è una specie di "ingiustizia", mentre la causa della corruzione e distruzione è una sorta di "espiazione" di tale ingiustizia. Infinito è il principio, infiniti sono i mondi: questo nostro mondo è solo uno degli innumerevoli mondi simili che l'hanno preceduto e che lo seguiranno, inoltre coesiste con una serie infinita di altri mondi che si formano e si distruggono in maniera analoga.
L'apeiron è quindi il tutto da cui nasce il tutto, il nulla a cui il tutto è destinato a divenire...

"Principio degli esseri è l'infinito:
da dove infatti gli esseri hanno l'origine,
ivi hanno anche la distruzione
secondo necessità;
poiché essi pagano l'uno all'altro la pena
e l'espiazione dell'ingiustizia
secondo l'ordine del tempo"

Anassimandro di Mileto

©2002-2009 Apeiron. Tutti i diritti riservati.